Alcuni contenuti o funzionalità qui non sono disponibili a causa delle tue preferenze sui cookie!

Ciò accade perché la funzionalità / il contenuto contrassegnati come “Facebook Pixel [noscript]”
utilizza i cookie che hai scelto di mantenere disabilitato. Per visualizzare questo contenuto o utilizzare questa funzionalità, si prega di abilitare i cookie: clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.


«Balbetto per colpa dell’ansia?». Per chi soffre di balbuzie, questa è una domanda frequente. Ma la risposta è «No». Perché l’ansia è una conseguenza della balbuzie e non la sua causa. È però vero che balbuzie e ansia compongono un circolo vizioso difficile da risolvere: vediamo perché.

Il circolo vizioso balbuzie-ansia

Se balbetti, ben prima di parlare, conosci già le parole o le situazioni in cui percepirai un blocco. Questo accade perché le esperienze di balbuzie che hai già vissuto ti mettono in allarme causando uno stato di ansia.

Che cosa ti succede?

 

Balbuzie e Ansia in un circolo vizioso che circonda un bambino

 

Pensi che ti bloccherai, anche se la frase è bella e pronta da dire. Pensi che potrebbe venirti uno spasmo che ti farà sembrare strano. Cresce in te la paura di sbagliare di nuovo.

È un pensiero legittimo e anche l’emozione legata a questo pensiero è comprensibile. Hai già provato tanti fallimenti e limiti nella comunicazione. Ed è normale sentirsi così.

Quando però l’ansia diventa talmente intensa da provocare dei sintomi incontrollabili, tutto peggiora. Di fronte a queste situazioni, allora, potresti addirittura decidere di evitare di parlare o non fare ciò che ti mette in difficoltà.

Purtroppo, questa decisione può solo confermare il pensiero iniziale. Ti impedisce, infatti, di fare quello che ti eri proposto: andare al bar, chiamare un amico, chiedere il numero alla ragazza che ti piace…

Ecco allora un’altra esperienza negativa che si aggiunge a quelle già sperimentate e che ti bloccherà in futuro.

Cosa dice la scienza?

«Balbetto per colpa dell’ansia?» No. Pensare che la balbuzie sia conseguenza di uno stato ansioso è un pensiero tanto comune quanto privo di fondamento scientifico.

La balbuzie non è causata dall’ansia.

Ad esempio, tutte le ricerche condotte sui bambini che balbettano dimostrano che essi non sono più ansiosi degli altri. La maggior tendenza all’emotività, infatti, compare successivamente, nel corso della vita.

L’ansia è conseguenza (non causa) delle esperienze negative associate alle proprie difficoltà di parlare.

Qual è la cura?

Intervenire esclusivamente sull’ansia non risolve il problema della balbuzie.

Certo, imparare a gestire l’ansia è utile e aiuta anche a migliorare la comunicazione. Ma questo vale per tutti!

Anche le ricerche rivelano, infatti, che le terapie finalizzate esclusivamente alla riduzione dell’ansia negli adulti che balbettano, portano sì ad un miglior benessere psicologico, ma non a un miglioramento effettivo della fluenza.

Questo avviene perché la balbuzie non è un problema puramente psicologico, ma un fenomeno molto complesso, che interessa aspetti motori, linguistici, cognitivi, affettivi e comportamentali.

Per superarla, sono quindi necessari un approccio multidisciplinare e l’intervento mirato di diversi professionisti (non solo psicologi, ma anche logopedisti e fisioterapisti).

 

Scopri il Percorso Riabilitativo Integrato per la Balbuzie del Centro Medico Vivavoce, oppure scrivici per maggiori informazioni: info@vivavoceinsitute.com.

 

Bibliografia

Per A. Alm, Stuttering in relation to anxiety, temperament and personality: Review and analysis with focus on causalityJournal of fluency disorders, 40 (2014), 5 – 21.

Redazione Vivavoce

Redazione Vivavoce

La Redazione Vivavoce è un team di professionisti nel campo della fisioterapia, della psicologia e della neuropsicologia, che mettono scienza ed esperienza alla portata di tutti. Fare il punto sulla voce a 360 gradi, informando, educando e sensibilizzando: questo è il cuore di VivavoceFocus.

Questo sito utilizza cookie tecnici sul dispositivo, analytics e di terze parti. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.. Cookie Policy

Alcuni contenuti o funzionalità qui non sono disponibili a causa delle tue preferenze sui cookie!

Ciò accade perché la funzionalità / il contenuto contrassegnati come “%SERVICE_NAME%”
utilizza i cookie che hai scelto di mantenere disabilitato. Per visualizzare questo contenuto o utilizzare questa funzionalità, si prega di abilitare i cookie: clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.