Alcuni contenuti o funzionalità qui non sono disponibili a causa delle tue preferenze sui cookie!

Ciò accade perché la funzionalità / il contenuto contrassegnati come “Facebook Pixel [noscript]”
utilizza i cookie che hai scelto di mantenere disabilitato. Per visualizzare questo contenuto o utilizzare questa funzionalità, si prega di abilitare i cookie: clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.


Uno studio del 2016 condotto dall’Università della Pennsylvania e pubblicato sul Journal of Fluency Disorders suggerisce una relazione tra le esperienza di bullismo vissute nell’infanzia e lo sviluppo di disturbi psicologici negli adulti che balbettano. 

La ricerca

La ricerca ha coinvolto due gruppi di 36 adulti: uno formato da adulti che balbettano, l’altro da adulti che non balbettano. Entrambi i gruppi erano composti da 31 uomini e 5 donne, di età compresa tra i 18 e i 33 anni.

L’obiettivo della ricerca era di verificare l’esistenza di un legame tra gli effetti del bullismo subito nell’infanzia e la successiva comparsa di disturbi psicologici nella persone che balbettano.

Incidenza del bullismo negli adulti che balbettano

In primo luogo, è stata effettuata un’indagine retrospettiva (Retrospective Bullyng Questionnaire) per identificare quanti tra i partecipanti avessero subito atti di bullismo. Sono state considerate tutte le possibili forme di bullismo (fisico, verbale, relazionare e cyberbullismo).

Attraverso apposite scale di misurazione, si sono valutate l’ansia sociale, il livello di autostima , la paura di giudizio negativo e la soddisfazione della vita.

Quasi il 30% dei componenti il gruppo di persone che balbettano ha dichiarato di essere stato vittima di bullismo in età scolare e/o universitaria.

Nell’altro gruppo la percentuale dei bullizzati è risultata solo del 14%.

Quali sono gli effetti psicologici del bullismo sugli adulti che balbettano?

La ricerca ha rivelato che gli adulti hanno maggiore probabilità di sviluppare:

  • ansia dovuta all’interazione sociale
  • paura del giudizio altrui o di valutazioni negative
  • minore soddisfazione in termini di qualità della vita.

Questi dati supportano le numerose evidenze scientifiche secondo cui gli effetti del bullismo persistono nel tempo.

I bambini che balbettano sono dunque esposti ad un doppio rischio. Non solo i bambini e gli adolescenti che soffrono di balbuzie devono fronteggiare i vissuti negativi di questa fatica, la discriminazione e gli stereotipi negativi. Ma sono anche un facile bersaglio dei bulli, a causa delle loro difficoltà nel comunicare.

Le conseguenze del bullismo, a loro volta, incrementano, negli adulti che balbettano, la probabilità di sviluppare disturbi o difficoltà sul piano psicologico.

Fonte 

Blood G.W., Blood I. M. (2016) Disorders Long-term Consequences of Childhood Bullying in Adultswho Stutter: Social Anxiety, Fear of Negative Evaluation,Self-esteem, and Satisfaction with LifeJournal of Fluency Disorders, 50, pp. 72-84.

Redazione Vivavoce

Redazione Vivavoce

La Redazione Vivavoce è un team di professionisti nel campo della fisioterapia, della psicologia e della neuropsicologia, che mettono scienza ed esperienza alla portata di tutti. Fare il punto sulla voce a 360 gradi, informando, educando e sensibilizzando: questo è il cuore di VivavoceFocus.

Questo sito utilizza cookie tecnici sul dispositivo, analytics e di terze parti. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.. Cookie Policy

Alcuni contenuti o funzionalità qui non sono disponibili a causa delle tue preferenze sui cookie!

Ciò accade perché la funzionalità / il contenuto contrassegnati come “%SERVICE_NAME%”
utilizza i cookie che hai scelto di mantenere disabilitato. Per visualizzare questo contenuto o utilizzare questa funzionalità, si prega di abilitare i cookie: clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.