Vivavoce Institute dà voce chi deve affrontare delle fatiche per farsi strada nella vita, attraverso due giorni di approfondimento, discussione e confronto tra specialisti, docenti, genitori e ragazzi. Fatiche del linguaggio, ma non solo, anche dell’apprendimento, che spesso costringono i bambini a chiudersi in se stessi e ad isolarsi per cercare di non esprimersi. Manifestare una fatica è una debolezza, un lusso che in questa società non ci si può concedere. Meglio tacere e tenersi dentro al cuore tutta la bellezza dell’essere. O forse no.

BlaBla TRAM

Venerdì 20 ottobre a bordo di un tram, Bla Bla Tram racconta, in un percorso a tappe, la “fatica” a scuola, tra limite e opportunità, esplorando il mondo dei DSA e della balbuzie dal punto di vista didattico ed emotivo, le possibilità di trattamento e riabilitazione. Uno snodo di interventi di esperti, dialoghi e testimonianze per liberare il lato “bello” della fatica: un’opportunità con una forma che si deve ancora scoprire. Perché, «Non c’è trucco non c’è inganno, anche tu puoi farlo»; così rappa Camillo Zottola, in arte Millinger, anche lui su BlaBla TRAM, a raccontare la sua storia, tra un free style e l’altro. Dalla balbuzie al rap, dalla fatica a scuola alla laurea in medicina.

Insieme a Vivavoce, insegnanti, genitori e ragazzi, sulla vettura storica di ATM, con partenza da via Cesare Cantù a Milano, un ospite speciale: l’Assessore al Welfare di Regione Lombardia, Giulio Gallera.

Con Bla Bla TRAM, Vivavoce vuole raccontare le storie di chi, cambiando il modo di guardare il proprio limite, ha trovato la sua strada e realizzato i suoi sogni, per aiutare bambini e ragazzi ad affrontare le difficoltà, senza che diventino un peso e dare qualche consiglio alle mamme e agli insegnanti, sulla base dell’esperienza. Vivavoce, centro dedicato al trattamento rieducativo della balbuzie, inizia così un percorso di sensibilizzazione, cultura ed educazione su un tema ancora trascurato e legato a vecchi stereotipi e luoghi comuni. La balbuzie interessa l’1% della popolazione mondiale; solo in Italia circa 1 milione di persone. In particolare, la diffusione della balbuzie tra i bambini già in età pre-scolare (l’età di esordio è infatti di 33 mesi) e l’assenza di linee guida condivise, ne fanno un fenomeno non trascurabile nel contesto scolastico. E secondo il Miur, sono 70 mila gli alunni con diagnosi DSA, ma i casi non ancora diagnosticati potrebbero essere oltre 200 mila. Dopo anni difficili ora c’è una legge che tutela i ragazzi DSA, la legge n.170/10 la quale riconosce la dislessia, la disortografia, la disgrafia e la discalculia e tutela il diritto allo studio puntando su nuove metodologie didattiche e valutative e sulla formazione dei docenti.

Due “fatiche” diverse, che condizionano la vita di bambini e ragazzi, ma non possono essere vissute solo come un peso e un’obiezione alla loro realizzazione.

Storie, incontri, dialoghi e scienza: l’Open Day Vivavoce Institute

Domenica 22 ottobre, in occasione della XX Giornata Internazionale per Sensibilizzazione della Balbuzie, Vivavoce Institute non può che farsi portavoce di questo tema, al fine di promuovere una corretta informazione e sensibilizzare tutti gli attori sociali coinvolti. Ecco perché ha organizzato un open day dal titolo Balbuzie tra scienza ed esperienza. Una giornata a porte aperte per visitare il centro, ascoltare le testimonianze degli allievi e fare il punto sui progressi della ricerca scientifica. Giovanni Muscarà, fondatore di Vivavoce Institute, insieme a Pasquale Anthony Della Rosa, Matteo Canini e Valentina Letorio, presentano nel pomeriggio il progetto di validazione scientifica del Muscarà Rehabilitation Method for Stuttering (MRM-S). 

«Tu prova ad avere un mondo nel cuore e non riesci ad esprimerlo con le parole», questa la frase, presa in prestito da Fabrizio De André, che si può sentire spesso ascoltando le esperienze degli allievi di Vivavoce. Questa la forza motrice che ha permesso di organizzare due giorni così intensi e pieni di significato. #liberalaVOCE è l’hashtag scelto per raccontarli: non solo tornare a parlare liberamente, ma anche esprimere se stessi, trovare propria la strada. Perché il talento può esprimersi in forme diverse e totalmente inaspettate.

 

I programmi degli eventi: Bla Bla TRAMOPEN DAY Vivavoce Institute

Redazione Vivavoce

Redazione Vivavoce

La Redazione Vivavoce è un team di professionisti nel campo della fisioterapia, della psicologia e della neuropsicologia, che mettono scienza ed esperienza alla portata di tutti. Fare il punto sulla voce a 360 gradi, informando, educando e sensibilizzando: questo è il cuore di VivavoceFocus.

Questo sito utilizza cookie tecnici sul dispositivo, analytics e di terze parti. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.. Cookie Policy

Alcuni contenuti o funzionalità qui non sono disponibili a causa delle tue preferenze sui cookie!

Ciò accade perché la funzionalità / il contenuto contrassegnati come “%SERVICE_NAME%”
utilizza i cookie che hai scelto di mantenere disabilitato. Per visualizzare questo contenuto o utilizzare questa funzionalità, si prega di abilitare i cookie: clicca qui per aprire le tue preferenze sui cookie.